IMG_3281-2

Faccia da #tipiacelamiafascia ?


Okkei faccio outing!

Soffro della sindrome da prototipatrice accanita!

Eccherobaèquesta?!?!?!

In pratica adoro continuare a sperimentare nuove creazioni.Non riesco a rifare la stessa identica cosa troppe volte.Ho la necessità fisica di provare a fare sempre qualcosa di nuovo.

Ormai lo sapete già, ultimamente mi ritrovo spesso e volentieri a sfogliare, virtualmente, Simply Crochet, La rivista con la L maiuscola per tutte le amanti del crochet e non appena vedo qualcosa che mi piace non riesco più a fare nient altro. Devo, e sottolineo DEVO assolutamente sedermi nel mio divano, con la mia copertina sulle ginocchia, e realizzare il mio nuovo oggetto dei desideri, il mio tesssoooroooo!

E non appena ho finito il primo prototipo ecco che comincia la seconda fase della prototipatrice scatenata, ovvero la ricerca della perfezione.

E allora sto lì a pensare giorni e giorni a cosa può essere modificato e migliorato e inizio a creare tutte le possibili varianti che mi vengono in mente.

E quando finalmente mi sento soddisfatta del risultato allora inizio a navigare in rete per cercare il materiale ideale con cui realizzare la mia nuova creatura.

Si, lo so, è una malattia pericolosa.

Perché nei giorni in cui nasce un nuovo prototipo non esiste davvero niente altro, è un chiodo fisso, e dentro di me continuo a sperare che le ore passino velocemente e arrivi il tanto agognato momento per sedermi sul divano e continuare il lavoro da dove lo avevo lasciato la sera prima.

Però che gioia immensa quando l’altra sera ho finito la mia bow headband e mi sono presentata davanti a marito e sorella esattamente con questa faccia sognante da #tipiacelamianuovafascia ?

IMG_3281-4

IMG_3269-3

E il maritino mi ha visto talmente felice che non ha potuto non partecipare a questa sessione di shooting improvvisato..

IMG_3282

IMG_3259

IMG_3277

IMG_3237

IMG_3254

IMG_3289

E se anche voi non potete più vivere senza creare con le vostre mani la vostra personalissima fascia di lana con fiocco da indossare nelle fredde giornate invernali ecco qui le istruzioni (tratte dal magazine Simply Crochet Numero 23) :

FASCIA
21 cat
Riga 1: 1 mma nella 3 cat. dall’uncinetto e in ciascuna cat fino alla fine, girare (20 maglie).
Riga 2: 2 cat (considera come una mma), 1 mma in costa dietro in ciascuna maglia fino alla fine, girare. Ripetere la Riga 2 fino a quando il pezzo misura 45 cm.
Chiudere il lavoro e lasciare una coda per cucire assieme le due parti corte della fascia.

FIOCCO
50 cat, senza torcere le catenelle, mbb sulla prima cat per chiudere le cat in un cerchio.
Giro 1: 1 cat (non contare come una mb), 1 mb in ciascuna cat per tutto il giro, non chiudere con una mbb. Inserire un segnaposto alla fine del giro.
Giro 2: 1 mb in ciascuna maglia, spostare il segnaposto e posizionarlo nell’ultima maglia del giro. Ripetere 12 volte il Giro 2, chiudere con 1 mbb.

FASCETTA
7 cat
Riga 1: 1 mb nella seconda cat dall’uncinetto e in ciascuna cat fino alla fine, girare (20 maglie).
Riga 2: 1 cat (non contare come una mb), 1 mb in ciascuna maglia fino alla fine, girare. Ripetere 17 volte la Riga 2.
Chiudere il lavoro e lasciare una coda di 15 cm.

FINITURA
Assemblare la fascia ponendo il fiocco sopra la cucitura della fascia e pizzicare la fascia e il fiocco assieme. Avvolgere la fascetta stringendola attorno a fiocco e fascia, cucire la fascetta sul retro in modo tale da fermare il fiocco.

E ora, confessatelo, scommetto che anche voi siete affette dalla sindrome della “prototipatrice accanita”?!?!?

2 thoughts on “Faccia da #tipiacelamiafascia ?

  1. Che divertente che sei! Anche io quando realizzo un nuovo progetto che mi ha stregata non vedo l’ora di finire tutte le faccende della giornata per fiondarmi sul divano e andare avanti col lavoro! Quando finisce, però, sono allo stesso tempo felice e malinconica perché so che devo cercare un nuovo progetto che mi faccia battere il cuore. E’ una specie di dipendenza, secondo me…

    Like

  2. Concordo pienamente, è assolutamente una dipendenza, devo dire che al momento l’unica cosa che funziona per spezzare questo rapporto “morboso” con la prototipazione è avere un bel libro da leggere. Poi però divento dipendente dal libro in modo ancora più accanito…e trovo ogni scusa per rifilarmi in un angolino a leggere!!!!🙂

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s